Ischemia critica dell’arto inferiore e utilizzo di cellule mononucleate da sangue periferico nella rivascolarizzazione endovascolare e nei pazienti non rivascolarizzabili: studi recenti confermano  una riduzione delle amputazioni maggiori, una maggiore e più veloce guarigione delle lesioni trofiche, riduzione e scomparsa del dolore e un miglioramento della ossigenazione periferica.  Articolo del Dott. Massimiliano Walter Guerrieri

Media

Ischemia critica dell’arto inferiore e utilizzo di cellule mononucleate da sangue periferico nella rivascolarizzazione endovascolare e nei pazienti non rivascolarizzabili: studi recenti confermano  una riduzione delle amputazioni maggiori, una maggiore e più veloce guarigione delle lesioni trofiche, riduzione e scomparsa del dolore e un miglioramento della ossigenazione periferica.  Articolo del Dott. Massimiliano Walter Guerrieri

Athena srl

Richiedi informazioni

Torna su